Ministero per i Beni e le Attivitą Culturali Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Eminila-Romagna

Biblioteca "Luciana Martini"

Indirizzo
Via San Vitale, 17
Ravenna

Contatti
Tel. 0544 543722
mail sabap-ra.biblioteca@beniculturali.it

biblioteca 

La Biblioteca "Luciana Martini" della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Ravenna conserva circa 18000 fra libri e periodici, e numerosi opuscoli. Come si presenta attualmente, è frutto di una riorganizzazione intrapresa negli anni '70 del Novecento, quando si riavviò anche l'inventario annullando i precedenti riferimenti.

Ha prevalentemente un ruolo funzionale all'attività svolta dalla Soprintendenza nell'ambito del restauro e della tutela e, se da un lato rappresenta uno strumento per lo studio, dall'altro si alimenta di questo stesso studio, in quanto in essa si è sedimentato il prodotto intellettuale e scientifico elaborato dall'istituzione stessa nell'ambito dell'indagine conoscitiva del patrimonio culturale sottoposto alla tutela.

La raccolta è costituita prevalentemente da libri moderni. Un piccolo fondo antico, comprendente  alcune centinaia di opere, costituisce la parte più preziosa della biblioteca.

Attività 2015

L'anno 2015 è stato particolarmente proficuo per le raccolte della Biblioteca. Accanto ai numerosi scambi intrattenuti con altri istituti nazionali e internazionali (alcuni dei quali entrati quest'anno nell'indirizzario) e ai numerosi doni del personale interno, degli autori e delle istituzioni, sono stati acquisiti il cofanetto contenente la copia della Tabula Peutingeriana, grazie alla generosità del Rotary Club Galla Placidia di Ravenna, e le donazioni delle biblioteche dei defunti Pier Paolo D'Attorre e Andrea Baroni.

La Tabula Peutingeriana, che dal 2007 è inserita nell'Elenco delle Memorie del Mondo (Memory of the World) dell'UNESCO, è un antico atlante stradale in cui sono raffigurati i percorsi militari che si sviluppavano nell'ampio territorio del tardo Impero romano. È costituita da una lunga striscia composta dall'unione di 11 pergamene che raggiunge la lunghezza di circa m 7, per una altezza di soli cm 33, ed attualmente è conservata presso la Biblioteca Nazionale Austriaca di Vienna. Quanto acquisito dalla Biblioteca Martini è la riproduzione pubblicata nel 1978 dalla casa editrice Edison di Bologna, costituita da un rotolo che riporta in scala l'originale mappa, contenuto entro una raffinata custodia in pelle e corredato di un volumetto curato da Annalina e Mario Levi. Vd. anche http://www.soprintendenzaravenna.beniculturali.it/index.php?it/143/news/62/

La donazione Pier Paolo D'Attorre, voluta dalla consorte signora Antonella Ravaioli, è costituita da una parte della raccolta di libri del defunto sindaco di Ravenna, comprendente prevalentemente opere di storia e di storia dell'arte (per un totale di 205 volumi). D'Attorre fu sindaco dal 1993 al 1997, anno della morte. Fu docente presso l'Università di Bologna, direttore dell'Istituto Gramsci dell'Emilia Romagna e autore di numerose monografie di storia contemporanea.

La donazione Andrea Baroni, voluta dalla consorte signora Elena Gnani, è costituita da una rilevante parte della raccolta di libri dello studioso, comprendente opere di storia dell'arte, letteratura classica e storia locale (per un totale di 120 volumi). Baroni, studioso locale di origine bolognese, è noto per alcune pubblicazioni dedicate alle pievi del territorio di Ravenna e alla figura di Teodorico.